belacchi5

Appena nati, i maialini maschi sono castrati con un bisturi o con un’apposita macchina, senza alcuna anestesia. Questa dolorosa operazione viene fatta per non pregiudicare il sapore della carne qualora l’animale venisse ucciso dopo la pubertà, come accade per la produzione dei prosciutti. A tutti i suinetti (maschi e femmine), sia quelle che verranno mandate all’ingrasso che quelle destinate alla riproduzione, vengono strappati i denti canini per prevenire la possibilità di ferire i capezzoli della madre durante l’allattamento. Viene tagliata loro anche la coda, questo per ovviare alle devianze comportamentali dovute all’allevamento intensivo, che li porta a mordersi a vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *