berlacchi 2

Le giovani galline non producono uova prima dei 5 mesi di età. Per questo periodo di tempo vengono detenute in strutture apposite che possono essere o capannoni simili al classico allevamento a terra oppure batterie di gabbie su più piani.
 Le gabbie sono disposte su vari piani sovrapposti. In genere quattro o cinque ma esistono anche capannoni con sei piani di gabbie. Questa disposizione permette all’allevatore di stipare fino a 18 animali per metro quadro. Per le prime settimane di vita all’interno dei capannoni vengono poste lampade termiche per tenere caldi i pulcini. 
L’illuminazione artificiale viene tenuta accesa anche per 24 ore al giorno per indurre gli animali a mangiare in continuazione e raggiungere in tempi minori l’età fertile. I mangimi sono creati appositamente per questo scopo e addizionati con sostanze che stimolano l’appetito e con aggiunta di antibiotico in quantità invasive e spesso somministrate addirittura in maniera preventiva. Tutta la sofferenza, lo stress e le sostanze nocive che si concentrano in ogni singola gallina si ritrovano poi nelle loro uova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *